Un bambino sfortunato o deficienti all’opera?

Cercavo biscotti… e invece mi sono imbattuta in questo racconto/lettera indirizzata alla Carrefour di Assago. Che imparino a scegliere megli i collaboratori: certa gente dovrebbe andare a scavare nelle miniere di sale, altro che fare i fotografi o le hostess o quant’altro. In questa storia, che ora vi copiero’, non e’ certo il bambino il disadattato, ma questi inutili esseri … Continua a leggere

Rieccomi

mi fa piacere (ma anche un po’ dispiacere) leggere queste parole da parte di persone a me care. Purtroppo il Fato e’ stato alquanto beffardo e, subito dopo aver inserito questo mio sfogo, mi e’ saltata la connessione (e la linea telefonica) e sono rimasta isolata dal mondo… fino ad oggi. Ci ho riflettuto… il punto focale della situazione e’ … Continua a leggere

Come un fantasma

E’ cosi’ che mi sento per adesso. Forse non dovrei scriverlo qui, forse e’ troppo intimo, ma allora dove dovrei scrivere? Con chi dovrei parlarne? Cosa mi rimane o cosa rimane di me? Leggo che appartengo a un certo gruppo…Menzogna! Non appartengo ad alcun gruppo. E non per scelta, ma perche’ non vado mai bene, perche’ sbaglio sempre, perche’ sono … Continua a leggere